venerdì 30 novembre 2012

Come Ritrovare il Buon Umore con gli Alimenti Giusti!


L’inverno è alle porte, i cieli grigi sono sempre più frequenti, le tensioni sul lavoro, le litigi in famiglia: basta poco per buttarci giù il morale

Ne sai qualcosa vero?
Il buonumore è il benessere dell’anima, una condizione che ci dà gioia di vivere e ci fa star bene con noi stessi e con gli altri, si tratta in pratica di un elemento importantissimo per la qualità della nostra vita.

Perdere il buon umore significa compromettere la qualità delle nostre giornate, dei mesi, degli anni…della nostra esistenza.

Come fare a riacquistare il buonumore e affrontare la vita con vitalità ed 
energia?

Non è poi così difficile, basta mangiare gli alimenti giusti!

Non sto dicendo che la depressione si guarisce a tavola, però ti assicuro che ci sono alimenti favorevoli all’umore che ci possono aiutare a ritrovare il tono giusto e non perdere la linea!

L’esistenza di una stretta connessione tra cibo e umore è stata intuita fin dai primordi della medicina.


I medici greci curavano i melanconici con il cavolfiore, il basilico e una pozione a base di zenzero e miele.

La scuola medica salernitana attribuiva l’insorgenza della melanconia all’abuso di aceto di carne e formaggi.

Anche le più antiche discipline orientali, non hanno mai sottovalutato la dieta anche per migliorare l’umore, scegliendo sapientemente i cibi yin e yang (macrobiotica, medicina cinese) o quelli in grado di riequilibrare i Dosha (medicina ayurvedica).

Che gli antichi ci avessero visto giusto riguardo alla relazione tra cibo e umore è dimostrato dai più recenti studi internazionali, coordinati dal Food and Mood project, che confermano che il cibo interviene sulla regolazione dei  meccanismi che regolano l’umore, l’attenzione,  la memoria e l’aggressività.

Il dottor Richard J. Wurtman, neuroendocrinologo direttore del centro ricerche del Massachussetts Institute of Technology  afferma che è tutta una questione di  neurotrasmettitori: «Queste molecole sono “fabbricate” dalle cellule nervose a partire dalle sostanze  introdotte nell’organismo attraverso la dieta. È quindi chiaro che il primo evento in grado di modificare questa complessa catena è proprio la disponibilità di materia prima cioè di cibo».

Dunque è dimostrato che anche a tavola che si fabbricano le emozioni e gli stati d’animo! 

I neurotrasmettitori sono veri e propri messaggeri del sistema nervoso, orchestrano magistralmente le connessioni neuronali e determinano il nostro umore e le nostre emozioni. 

Ma in questo articolo non vorrei darti un noioso elenco dei cibi da prediligere e da evitare per farti tornare il sorriso, ma vorrei fare molto di più…

Ecco delle ricettine veloci e ligth estratte dal libro “In the mood for food…oggi ho voglia di…” scritto da Jo Pratt, food writer di successo mondiale.

Il libro raggruppa le ricette  in base alla sensazione che riescono a trasmetterti quando le prepari e quando le mangi, mi sembrava una cosa troppo carina per non condividerla con voi!
-         
Se vedi tutto nero

Da qualche giorno ti senti pessimista e la vita ha assunto toni un po’ foschi? Per te ci vuole cioccolata, legumi e peperoncino rosso.
Stimolano la produzione di noradrenalina, un neurotrasmettitore che dà la carica al cervello e ti fa vedere la vita con sfumature più rosee.
P.s. per non mettere a rischio la linea scegli il cioccolato fondente, è meno calorico.

RICETTA

Crema light ai frutti di bosco per due persone
In una ciotola, mescola 50 g di ricotta con un pizzico di zenzero fresco grattugiato e 150 g di yogurt greco. Copri la crema con pellicola trasparente e mettila in frigo per 2 ore. Versa sul fondo di 2 bicchieri un cucchiaino di miele, riempili poi per 2/3 con la crema di yogurt e ricopri la superficie con lamponi e mirtilli.  Spolverizza con scaglie di cioccolato fondente. Servi subito in tavola
-         
Se sei giù di corda

Ti senti triste e giù di morale? Ridai tono al tuo umore con kiwi e avocado.
Questi frutti  sono ricchi di destrosio e fruttosio, zuccheri che favoriscono l’assorbimento di triptofano, che serve alle cellule nervose per sintetizzare serotonina.

E’ il neurotrasmettitore cerebrale che induce senso di benessere psichico , relax, calma e tranquillità.

Ma anche un atteggiamento più socievole e aperto al mondo. Inoltre, non farti mancare anche il pesce, soprattutto quello azzurro: è ricchissimo di omega 3, acidi grassi essenziali che sono una vera manna per le membrane delle cellule cerebrali.

RICETTA

Insalata di gamberetti e avocado per due persone
Metti 300 grammi di gamberetti già cotti in una ciotola e aggiungi il succo di un lime , una cipolla tagliata finemente, sale e il pepe. Mescola, copri e metti in frigo per 30 minuti. Nel frattempo, taglia a metà l’avocado, rimuovi la polpa tagliandola a dadini e svuota bene l’interno. Prendi il mix di gamberetti e mescolali con l’avocado, poi inserisci il tutto nelle due metà di avocado svuotate. Guarnisci con fettine di lime.

-          Se l’ansia ti assilla

Il minimo contrattempo ti fa cadere in uno stato d’ansia? Puoi ricorrere alla polpa di granchio, aringhe, tonno e scampi: sono ricchissimi di selenio, minerale che stando ad uno studio della British Nutrition Foundation, agisce da ansiolitico naturale.

E ancora: fai abbondanti scorpacciate di verdure e insalate a foglia verde (basilico in testa) e di germogli di soia: sono un concentrato di acido folico, nutrienti che hanno un’azione stabilizzante sull’umore perché rinforzano le membrane delle cellule nervose e facilitano la trasmissione degli impulsi e dei messaggi chimici fra una cellula e l’altra del cervello

RICETTA

Tagliata di tonno per due persone

Ungi una pentola con un cucchiaino d’olio e poi fai rosolare una fetta da 400 grammi di tonno per 3 minuti per parte. Spegni la fiamma e lascia riposare , mentre prepari una salsina sbattendo tra loro 2 cucchiai di aceto balsamico e il succo di mezza arancia. Taglia a fettine il tonno, coprile con la salsina e guarnisci con prezzemolo fresco tritato e qualche mandorla
-         
Se l’autunno ti butta a terra

Uva nera per il suo contenuto di  resveratrolo, antistress d’eccellenza, salmone per la vitamina B12  e semi di zucca per il selenio che aiutano l’organismo a produrre energia.

RICETTA

Carpaccio di finocchi e salmone per due persone

Cuoci a vapore 400 grammi di filetti di salmone e nel frattempo taglia 2 finocchi a fettine sottili, disponendole su un piatto da portata. Appoggiavi il pesce tagliato a tocchetti, guarniscilo con qualche oliva nera tagliata a rondelle e coprilo con una salsina fluida ottenuta frullando tra loro uno spicchio d’ aglio, 4-5 mandorle spellate, due o tre cucchiai di acqua calda, 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva , sale e 50 grammi di finocchietto selvatico. 
Guarnisci con fettine di peperoncino rosso, tagliate sottili.

Sapevi che i giusti alimenti possono aiutarti a risollevare l’umore nero?
Che ne pensi? Lascia un commento qui sotto e condividi il tuo pensiero con il pubblico del blog!

1 commento:

  1. Ciao Sabina, che bello il tuo sito! Davvero ben fatto, complimenti! Penso che fare educazione per un corretto stile di vita sia la prima attività di un naturopata. Anch'io sono naturopata e ho un blog di cucina naturale. Se ti va passa a trovarmi.
    blog.giallozafferano.it/incucinaconilnaturopata/

    RispondiElimina