lunedì 23 aprile 2012

INGOZZARSI DI CARNE FA DIMAGRIRE. MA E' COME VENDERE L'ANIMA AL DIAVOLO! TUTTI I MOTIVI PER SCEGLIERE LE PROTEINE VEGETALI


Carissimi lettori e lettrici, questa settimana voglio dedicare il post ad un argomento che mi sta molto a cuore: l'abuso di proteine animali nelle diete dimagranti che spopolano sulle riviste, ma anche l'abuso del consumo di carne sulle tavole delle popolazioni occidentali.

Premetto che non sono un'integralista, e anche se personalmente seguo un regime alimentare vegetariano, non sono contraria ad un consumo di carne moderato.




Purtroppo anche quest'anno, con l'avvicinarsi del periodo estivo le diete modaiole iniziano a mietere milioni di vittime.

Si, è vero che mangiare solo carne e proteine animali fa dimagrire velocemente, ma se mettiamo sul piatto della bilancia i pro e i contro, vedremo come i contro sono molto più dei pro..

Ingozzarsi di carne fa male, ormai è risaputo, ma se le diete iperproteiche continuano a spopolare significa che non è risaputo abbastanza!

Sia che vogliamo perdere peso, sia che vogliamo mantenere il nostro peso attuale, l’importanza delle proteine va ben oltre l’aspetto fisico.

Con questo post voglio dare il mio contributo per diffondere una concezione di salute e di benessere che va oltre una perdita di peso veloce e sbagliata.

INNANZI TUTTO CHE COSA SONO LE PROTEINE?

Le proteine sono molecole presenti nel nostro corpo e svolgono funzioni molto importanti.

  • Hanno proprietà “plastiche”, cioè fungono da “mattoncini” che servono per costruire le nostre cellule;

  • Hanno funzioni regolatrici, cioè agiscono come enzimi permettendo il normale svolgimento delle reazioni chimiche che avvengono nell’organismo, come la digestione.


A loro volta, le proteine sono costituite da “mattoncini” più piccoli, chiamati amminoacidi; alcuni di questi amminoacidi, detti essenziali, non possono essere sintetizzati dall’organismo e devono essere quindi assunti con la dieta.

Quindi è molto importante quello che magiamo per determinare uno stato di salute ottimale.

Dal punto di vista nutrizionale, le proteine assunte con la dieta vengono classificate in due grandi gruppi:

  • proteine animali
  • proteine vegetali

Come regola generale, bisognerebbe prediligere l’assunzione di proteine vegetali rispetto a quelle animali.

Purtroppo però, attualmente, sulle nostre tavole spesso avviene l’esatto contrario.
La carne viene utilizzata in maniera spropositata, portando gravi danni alla nostra salute ma anch all'ambiente.
MA PERCHE' LE DIETE IPERPROTEICHE FANNO DIMAGRIRE?


  • La diffusa popolarità delle diete ad alto contenuto proteico (vedi dieta Dukan) è dovuta principalmente alla capacità delle proteine di aiutare a controllare la fame.
Quando le proteine vengono assorbite inviano al cervello il segnale di senso di sazietà.
  • Le proteine sono fondamentali per la formazione e il mantenimento della massa muscolare, che com’è noto aumenta il metabolismo.
  • Infatti, rispetto al tessuto adiposo, i tessuti ad alto contenuto proteico, come i muscoli, consumano molta più energia: di conseguenza un rapporto elevato tra massa magra e massa grassa innalza il tasso metabolico, ovvero consumiamo più energia a parità di altri fattori.

  • Infine le proteine evitano i picchi e gli abbassamenti glimcemici, quell’eccessivo innalzamento e caduta degli zuccheri nel sangue che avvengono dopo l'assunzione di cibi ricchi di zuccheri come i dolci.

MA PERCHE' E' MEGLIO SCEGLIERE LE PROTEINE VEGETALI RISPETTO A QUELLE ANIMALI?
    1.Un surplus di proteine animali comporta un sovraccarico di metaboliti dell’azoto. Le proteine eccedenti il fabbisogno giornaliero non possono essere accumulate dall’organismo sotto forma di grassi.

    Il fegato deve quindi affrontare un sovraccarico di lavoro per trasformarle in urea e ai reni spetta il compito di eliminarle.

    Ma se i reni non sono pienamente efficienti, e non riescono a smaltire tutto l'accumulo, l’organismo resta intossicato e, per purificarsi, lega le proteine eccedenti alle pareti dei capillari, che diventando più spesse, impedendo il transito delle sostanze nutritive.
    2.Le proteine animali producono ateromi, placche all’interno della arterie, al contrario delle proteine di origine vegetale.
    Per compensare questa situazione, l’organismo aumenta la pressione arteriosa.

    3. Con l’aumento del quantitativo proteico aumenta anche la quantità di calcio espulsa con le urine e, col tempo, questo meccanismo genera osteoporosi.

    4.Le proteine animali danno come prodotto finale l’acido urico, che nei carnivori, viene eliminato mediante l’enzima uricasi.

    L’uomo non possiede questo enzima e l’acido urico si deposita nelle articolazioni sotto forma di urato di sodio, provocando la gotta. Le altre patologie legate ad un eccesso di proteine animali possono essere: uricemia, obesità, calcolosi, reumatismi, dispepsie, eczemi, arteriosclerosi.

Riflettiamo un attimo se è il caso di predisporsi a queste patologia per perdere qualche chilo in fretta e furia!

Con questo non voglio assolutamente dirvi di eliminare la carne dalla vostra dieta, questa è una scelta che va presa coscientemente, e non va assolutamente fatta con leggerezza, ma consiglio a tutti di non abusare di carne e proteine animali e di consumarle in modo equilibrato rispetto tutti gli altri alimenti.

Sono anche condapevole che la dieta Dukan ha senza dubbio aiutato numerose persone in sovrappeso a ritrovare la forma fisica. Blog e forum di fitness ne tessono le lodi, ma a volte rischiano di lasciarsi prendere dall'euforia, trascurando gli effetti collaterali.

Mentre in passato le proteine di origine animale contenute nella carne, nel pesce, nelle uova, nel latte e nei suoi derivati sono state considerate un lusso che solo i ricchi si potevano permettere, è bene ricordare che oggi la moderna scienza alimentare è giunta alla totale rivalutazione delle proteine vegetali, affermando che, in chiave salutistica, sono assolutamente da preferire alle proteine animali per svariate ragioni:

  • Le proteine vegetali non sono di serie B: scomposte in aminoacidi nell’organismo, sono chimicamente uguali a quelle animali con il vantaggio che non apportano colesterolo e acidi grassi saturi, sono più digeribili, forniscono fibra solubile e insolubile.
  • Non solo poi sovraccaricano di meno il fegato e i reni, ma sono fondamentali per il benessere e l’equilibrio della flora intestinale.
Gli alimenti vegetali contengono i probiotici che nel colon stimolano la crescita della flora batterica intestinale e la proliferazione dei batteri buoni, come il famoso Bifidus Actiregularis ( tutti invidiamo la regolarità intestinale della Marcuzzi ;) ), ma a gli scherzi è bene sapere che la la composizione della flora batterica è una cosa seria, e determinante per molte funzionalità del nostro organismo.

Non tutti sanno, per esempio, che può condizionare l’assorbimento dei cibi, per cui c’è chi, pur mangiando poco, ingrassa perché in realtà assimila il 100% di quello che mangia, e non il 70% come nella media.


  • Le proteine vegetali prevengono l’insorgenza della sindrome metabolica e la steatosi epatica non alcolica perché abbattono il rischio di sviluppare obesità addominale, iperglicemia e ipertensione.

Ma allora che cosa dobbiamo magiare a IN QUALI ALIMENTI TROVIAMO LE PROTEINE VEGETALI?

  • LA SOIA è per molti paesi un 'alternativa alla carne per il suo alto contenuto di proteine, non a caso, molti preparati simulano carne e prodotti caseari. E' ricca di acidi grassi essenziali, vitamine e fosfolipidi e lecitina e favorisce l' abbassamento del colesterolo e protegge dai tumori. Vedi articolo sulla soia  
  • SEMI OLEOSI E FRUTTA SECCA A GUSCIO

La Natura che sembra conoscere i bisogni dell’uomo, fa maturare questi frutti e questi semi d’inverno, quando si ha maggiore necessità di calorie. Non bisogna, però abusarne perché anche se sono naturali e non trattati chimicamente, sono molto calorici per via dei grassi che contengono. Il loro pregio principale è la ricchezza di proteine vegetali e la caratteristica di essere altamente energetici.

I grassi di cui sono ricchi, sono grassi essenziali, particolarmente importanti per lo sviluppo e il mantenimento del sistema nervoso e delle strutture cutanee.

In questi semi superenergetici si trovano, oltre alle proteine ricche di aminoacidi, un’elevata concentrazione di minerali, in particolare ferro e magnesio, oligoelementi come cobalto e rame, e infine alcune vitamine fra cui la E e il gruppo B. Visto l’alto contenuto di energia e la presenza di molti principi nutritivi protettivi, i semi oleaginosi rappresentano una buona integrazione dietetica soprattutto per chi segue diete vegetariane e svolge intensa attività fisica e intellettuale.
Quindi via libera a:
Nocciole
Noci
Mandorle
Pinoli
Pistacchi
Semi di sesamo
Semi di girasole
Semi di zucca
Semi di papavero
Semi di lino

Naturalmente devi usarli al naturale e integri.
Aggiungili alle tue ricette o usali come spezza fame, sono un vero toccasana!

  • I LEGUMI
I legumi secchi sono un'ottima fonte di proteine, ne contengono infatti più del doppio dei cereali e più delle stesse carni, ma di qualità inferiore.
L'associazione legumi-
cereali migliora la qualità proteica, per questo motivo abbiamo imparato a a cucinare ricette quali pasta e fagioli e riso e piselli!

Attualmente i consumi di legumi secchi sono estremamente bassi, 4,5 kg/abitante/anno.
Le motivazioni di questi bassi consumi sono da ricercarsi nei lunghi tempi di ammollo e di cottura, ma probabilmente anche nel fatto che qualcuno li ha definiti la carne dei poveri.
Consideriamo che sono un piatto economico e salutare quindi tiriamoci su le maniche e cuciniamo piselli, lenticchie, fave, fagioli, ceci ecc..

  • I CEREALI
Anche molti cereali sono ricchi di proteine.
    Cereali come farro, mais, quinoa, amaranto, miglio, orzo e kamut.

Qundi che dire..viva le proteine vegetali!

1 commento: